chandra......scheda tecnica 

 


Messo in orbita dallo Shuttle, questo satellite americano sta osservando violenti esplosioni di galassie come nuove misteriose sorgenti di raggi X  uno dei Grandi Telescopi Spaziali della NASA. Chiamato  in onore dell'astrofisico,   Subrahmanyan Chandrasekhar di origine indiana, dai suoi amici conosciuto come  CHANDRA. credit NASA

 

PANNELLI  SOLARI: il sistema di approvvigionamento elettrico ricava energia dai pannelli solari , l'immagazzina in tre file di batterie e la distribuisce in maniera controllata all'osservatorio.  

TELESCOPIO: il sistema telescopio  formato da quattro paia di specchi e dalla loro struttura di supporto. Ha una risoluzione otto volte maggiore, riesce a vedere oggetti venti volte pi piccoli rispetto a qualsiasi altro telescopio a raggi X prodotto in precedenza.

GLI SPECCHI AD ALTA RISOLUZIONE: gli specchi sono sagomati in maniera molto sofisticata e sono allineati parallelamente ai raggi X in entrata.  

PORTELLO 'PARASOLE': uno degli elementi pi importanti dell'osservatorio spaziale Chandra.  Finche non ha raggiunto in orbita la posizione corretta per la messa a fuoco rimane chiuso.  Una volta aperto, il portello scherma l'entrata del telescopio per far s che gli strumenti riescano a puntare in maniera molto precisa.  

 

 

 

Regione centrale di un gruppo di galassie chiamato HCG 62 ripresa da CHANDRA il 25/1/2000

 

 

credit foto ottico NASA/HST foto raggi X NASA/SRON/CXC/SAO

             

NGC 5548 collage d'immagine di Hubble e dello spettro a raggi X di CHANDRA. In questa galassia, si pensa contenga un buco nero. Situata nella costellazione BOOTES, questo spettro a raggi X mostra i particolari dell'energia irradiata dal gas caldo situato intorno al buco nero al centro della galassia.

 

galassie     home    sommario   >>>