ARECIBO PUERTO RICO        GOLDSTONE CALIFONIA

1999 JM8

 

  1 agosto 99              

                        

 

2 agosto 99

 3 agosto 99

5 agosto '99

Scoperto il 13 maggio 1999, con il telescopio dell'Aeronautica militare americana, installato nel deserto del New Mexico, 1999 JM8 cosi denominato, è il più grande asteroide Near-Earth conosciuto finora, ha un diametro di circa 3,5Km., la rotazione lenta una volta ogni 14 giorni e complessa, è simile a Toutais, il dott. Scott Hudson dell'università dello Stato di Washingon esperto di asteroidi, asserisce: "il fatto che questi asteroidi grandi, hanno una rotazione lenta, vuol dire che è comune fra gli asteroidi Near-Earth, ma il motivo ancora è da chiarire." Studiato dettagliatamente, gli astronomi hanno usato i telescopi radar più potenti del mondo: - l'antenna di 70 metri di Goldstone dal 18 luglio all'8 agosto e i radar dell'osservatorio di Arecibo dal 1 agosto al 9, approffittando delle possibilità complementari delle due antenne, sono riusciti ad ottenere immagini più dettagliate mai ottenute per un asteroide Near-Earth. Il 2 agosto, 1999 JM8 è passato appena 8,5 milioni di chilometri dalla Terra circa 22 volte la distanza fra Terra e Luna, dalle immagini si notano molti crateri, alcuni di 100 metri di diametro, altri di circa 1 km, inoltre è visibile una concavità, ciò suggerisce una superficie antica, probabilmente non è un frammento di un corpo più grande. "La scoperta avvenuta qualche settimana prima del massimo avvicinamento è stato un colpo di fortuna" conferma Lance Benner (JPL), "un altro passaggio cosi ravvicinato non avverrà prima di un migliaio di anni, e una possibile collisione con il nostro pianeta è un'ipotesi lontana." Le ricerche sono state effettuate da Lance Benner, JPL, Campbell, Hudson, Margot, Nolan, Ostro, Jon D. Giorgini, Raymond F. Jurgens, Donald K. Yeomans e Martin A. Slade, NASA/JPL 

 

 

home    galassie    sommario    simulazione orbite    <<<    >>>