NUOVO AMMASSO VIA LATTEA

 

La vista acuta dei telescopi ad infrarossi Spitzer Space Telescope e Infrared Telescope dell'Università del Wyoming, penetrando in una zona ricca di polvere ai confini della Via Lattea, sono riusciti a trovare ciò che è nascosto nel visibile.

Lo scienziato Dr. Michael Werner of NASA's Jet Propulsion Laboratory, Pasadena, Calif. asserisce:
questa scoperta dimostra la potenza dello Spitzer, può vedere oggetti che sono completamente nascosti nella luce visibile - questa scoperta è particolarmente importante per lo studio del piano della nostra galassia, dove la polvere ostruisce la maggior parte della luce visibile."

Il nuovo oggetto scoperto denominato GLIMPSE-CO1 è un ammasso globulare nella costellazione dell'Aquila, AR. 18h48m49.7s  decl. -01°29'50", le osservazioni successive con l’Infrared Observatory dell’Università del Wyoming hanno contribuito a stabilire nuovi dati: la distanza a circa 9.000 anni luce dalla Terra, il più vicino della maggioranza degli altri ammassi, e la massa di circa 300.000 masse solari. Gli ammassi globulari sono sistemi stellari tra i più antichi conosciuti, dei veri e propri fossili evolutivi, i più vecchi hanno un'età circa di 13 miliardi di anni, ad oggi si conoscono oltre 150 ammassi globulari associati alla nostra galassia. La scoperta è stata effettuata da Andrew Monson Università del Wyoming, di Laramie, mentre esaminava i dati di una ricerca dello Spitzer Space Telescope lungo il piano galattico per trovare oggetti nascosti, successivamente ricercando tra le immagini in archivio per un riscontro, ha trovato solo un'immagine non classificata dell'ammasso da una precedente indagine NASA all'infrarosso del cielo chiamato Two Micron All-Sky, - “l’ammasso era lì, nei dati, ma nessuno lo ha trovato” - cosi asserisce Monson.

 

 



500x500 - SPITZER


500x500 visibile

home    sommario    galassie   <<<