foto NASA

SV AURIGA è una stella giovane, si trova nella costellazione AURIGA, dalle riprese effettuate da HUBBLE, usando un coronografo che serve a offuscare la stella in modo da rendere il gas circostante visibile, ha rilevato potenti getti di gas e radiazioni che hanno scavato un buco nella nube molecolare. Inoltre fino ad ora si pensava che simili getti durassero circa 100.000 di anni, invece in questa stella molto giovane si è osservato che durano circa 4 milioni di anni, a questo proposito il Dr. Carol Grady ha presentato questa ricerca alla riunione astronomica Americana di Washington. SV Auriga è stata una sorpresa, perchè generalmente si osservano questi getti intorno alle stelle giovani con la massa del sole o meno, invece Auriga ha la massa quasi due volte il sole. Questo tipo di stelle infatti non hanno generalmente un campo magnetico forte richiesto per generare un getto.

credit NASA/UCSB/C.Martin ed altri & NOAO/KPNO/C.Martin

 

GALASSIA 1569 si trova nella costellazione CAMELOPARDUS
Una squadra ha condotto da Crystal Martin dell'università di California, Santa Barbara, ha osservato la galassia nana NGC 1569 usando CHANDRA. Come segnalato in un articolo pubblicato nel giornale astrofisico, hanno trovato che le quantità enormi di ossigeno e di altri elementi pesanti stanno fuoriuscendo dalla galassia in bolle dei gas caldo. 
in questa ripresa effettuata da Chandra, si notano delle bolle o lobi che si estendono sopra e sotto al disco 
di gas centrale.Questa immagine ha permesso agli scienziati di misurare per la prima volta la concentrazione di ossigeno, di neon, di magnesio, di silicone nelle bolle e nel disco. Le galassie nane sono molto più piccole delle galassie ordinarie, a causa del loro formato hanno una gravità relativamente bassa e la materia può fuoriuscire più facilmente, inoltre le galassie nane sono il tipo più comune di galassie nell'universo, ciò le rende molto importanti per capire come l'universo è stato "seminato" con vari miliardi di elementi.      
dettagli

 

 

 

GAMMA CASSIOPEIA    A.R. 00h 56m 42,4s decl. +60 43' 00" si trova nella costellazione di Cassiopea, dista 780 a.l.. Stella variabile gigante blu tipo spettrale B0p (da studio spettroscopico registrato il 6 gennaio 1941, nessuna linea di emissione visibile), questa classe di stelle hanno temperature superficiali più di 25.000 gradi, niente righe di emissioni, ma righe di assorbimento dominanti dell'idrogeno e particolarmente dall'elio, sono stelle peculiari. Conosciuta per le sue eruzioni di materia e per la sua luminosità a intervalli irregolari, è una stella doppia, la compagna ha una magnitudine 10,90. Osservazioni delle variazioni si registrarono tra il 1866 e il 1981, nel 1866 e il 1942 si notò una stabilità sia nelle righe d'emissione che nella variazione di luminosità, nel periodo dal 1932 e il 1942 divenne una stella normale di classe spettrale B e le linee sparirono, ma nel 1981 riapparvero le righe d'emissione     

  home    galassie    sommario   <<<    >>>