I quasar sono gli oggetti più lontani dell'Universo? 
Da recenti osservazioni, questa ipotesi viene ribaltata, il loro caratteristico spostamento verso il rosso, per anni creduto essere dovuto all'enorme distanza e all'espansione dell'Universo, rimane una questione ancora aperta.

 

M. Lopez-Corredoira & Carlos M. Gutiérrez Marzo 2002

NGC 7603 z = 0.029 AR. 23h 18s 56.61m decl +00° 14' 36.5"
Oggetto 1 z = 0.057 compagna di NGC 7603
Oggetto 2 z = 0.243 quasar
Oggetto 3 z = 0.391 quasar
filamento - zona 1 z = 0.030 
filamento - zona 2 z = 0.030

NGC 7603 è uno dei tanti casi discusso e controverso, l'avvicinamento è solo prospettico o gli oggetti sarebbero alla stessa distanza? Secondo H. Arp i quasar vengono espulsi dai nuclei delle galassie, il loro valore z altro non è che la loro età, col tempo i quasar si trasformano in galassie, invecchiando diminuiscono il loro valore di z, i valori di z non avrebbero nulla a che fare con la velocità. Grazie all'attuale tecnologia, M. Lopez Corredoira e Gutierrez, 30 anni dopo la scoperta da parte di H. Arp, che già aveva notato due condensazioni, con il Telescopio del N.O.T di La Palma alle isole Canarie sono riusciti ad analizzarne i dettagli e definire con precisione gli spostamenti verso il rosso. I risultati di questa osservazione è l'immagine in alto a destra, dove sono annotati gli oggetti con i relativi redshift, inoltre si nota che le galassie sono collegate da un ponte di materia, pur essendo diverso il loro spostamento verso il rosso. Secondo Halton Arp, NGC 7603 avrebbe espulso dal proprio nucleo uno dopo l'altro la compagna più i due quasar. 
Halton Arp dopo 29 anni di partecipazione dello staff di astronomi dell' osservatorio di Monte Palomar, è stato allontanato per le sue idee a riguardo dei quasar.

 

home    galassie    sommario   <<<   >>>