Esiste una relazione tra NGC 4319 e il QUASAR MK 205?

NGC 4319 A.R. 12h 21m decl. 43.8s; +75° 19' 19'' 

 

 

credit NASA/Hubble (STScI/AURA)

 

La legge di Hubble esprime la proporzionalità diretta tra velocità e distanze delle galassie, la galassie vicine si allontanano da noi lentamente. Galassie più lontane corrono via da noi con velocità proporzionalmente più elevate. Il significato della legge di Hubble è che l'Universo si stà espandendo. Se una galassia si stà allontanando, noi riceviamo la radiazione che essa emette un pò spostata verso il lato "rosso" dello spettro (lunghezze d'onda maggiori), questo fenomeno è detto spostamento verso il rosso o "redshift Doppler", uno spostamento Doppler verso lunghezze d'onda più brevi del normale significa che la sorgente luminosa si avvicina a noi, di tutti i colori dell'arcobaleno il blu corrisponde alla lunghezza d'onda breve. Gli astronomi sono soliti indicare l'entità dello spostamento verso il rosso con la lettera z.
 

 

credit NASA/Hubble (STScI/AURA)
 

 


 Esistono casi che non obbediscono alla legge di Hubble, Halton Arp nel 1972 trovò un quasar collegato tramite un luminoso ponte di gas ad una galassia vicina. La galassia NGC 4319 ha uno spostamento verso il rosso modesto z=0,006 che corrisponde ad una velocità di 1.800 km/s, secondo la legge di Hubble, dista soltanto 100 milioni di anni luce. Il quasar Markarian 205 ha uno spostamento verso il rosso molto maggiore z=0,07 che corrisponde ad una velocità di 21.000 Km/s. Se MK 205 è veramente connessa a NGC 4319, dovrebbe essere molto più vicina a noi della distanza implicata dal suo spostamento verso il rosso e dalla legge di Hubble, tuttavia dalle immagini osservate, il quasar sembra essere attaccato alla galassia. Gli astronomi tradizionalisti sostengono che questa configurazione è un esempio di "allineamento casuale", sembrano connesse solo perché si trovano per caso quasi lungo lo stesso raggio visuale in cielo. Altri esempi discrepanti di questi spostamenti verso il rosso sono il Quintetto di Stephan, il sestetto di Seyfert, la galassia NGC 5297, e molti altri, Arp arrivò alla deduzione che almeno in alcuni casi lo spostamento verso il rosso delle linee spettrali non abbia nulla a che fare con l'espansione del nostro universo, inoltre i quasar sarebbero oggetti espulsi dai nuclei delle galassie attive. Purtroppo nelle ultime immagine riprese il 28 Giugno '93 il ponte di materia tra il quasar e la galassia è risultato troppo debole per essere studiato, il dibattito è ancora aperto, in attesa di una osservazione spettroscopica  con l'attuale HST.

 


home    galassie    sommario   <<<   >>>