credit Antonella Campanile

 

 

 

HD 188753 Ab

costellazione

CYGNUS

massa

1,14 volte
massa di Giove

distanza

149 anni luce dalla Terra

posizione stella

mappa

   

 

Maciej Konacki ricercatore del California Institute of Technology (CalTech), usando il 10-meter Keck I telescope in Hawaii, ha scoperto un pianeta gassoso extrasolare un pò più grande di Giove, circondato da tre stelle in equilibrio gravitazionale, il primo conosciuto in un sistema triplo.

La stella principale del sistema molto simile al nostro sole, è conosciuta come HD 188753, mentre le altre due sono una stella arancione e la più piccola è rossa. Il periodo orbitale del pianeta è di 3,3 giorni attorno alla stella principale, a sua volta sono circondati da una coppia di stelle con un periodo orbitale di 156 giorni e completano un giro attorno alla stella principale in 25,7 anni, tutto il sistema occupa uno spazio vasto come la distanza fra il Sole e Saturno.

Il Dr.Konacki ha utilizzato una versione modificata della tecnica basata sulla misurazione delle variazioni della velocità radiale delle stelle, nel metodo classico la presenza di un pianeta si deduce dalle perturbazioni o dall' effetto della forza gravitazionale che provoca sulla stella , questa tecnica è usata per le stelle semplici, binarie e sistemi tripli, ma non è applicabile quando le stelle sono vicine perché la loro luce si confonde e non si distingue la luce che emettono individualmente. Gli astronomi sorpresi dal fatto, non avevano mai avuto segnalazioni che un pianeta si potesse formare in un sistema cosi gravitazionalmente complesso, questa scoperta pone ai ricercatori numerose domande riguardo le teorie attuali sulla formazione dei pianeti. Il numero dei pianeti potrebbe essere molto più elevato di ciò che si pensi, anche perché i sistemi binari e multipli rappresentano il 20% delle stelle singole, un esempio è Alfa Centauri la stella più vicina al nostro Sole è un sistema stellare triplo.

Il pianeta chiamato HD 188753 AB appartiene ad una classe di pianeti extrasolari chiamati "Giovi-caldi", ovvero giganti gassosi, che orbitano molto vicini alla loro stella, a partire da un nucleo di ghiaccio si formano a grandi distanze dal calore della stella, in un posto dove le temperature basse del disco permettono la condensazione di ghiaccio e roccia, questi pianeti si formano in dischi di gas e materia condensata, a 3 UA ed oltre dalla stella, a questa distanza la materia è sufficiente per formare un nucleo capace di catturare abbastanza gas per formare un pianeta gigante, solo successivamente si avvicinano al centro del sistema. Queste sono le teorie convenzionali, ma questa scoperta pone dei dubbi a questo proposito.

Nel caso di HD 188753 le due stelle distano dal disco della stella principale ad un raggio di solo 1,3 UA, in teoria non ci sarebbe spazio a sufficienza per la formazione di un pianeta di questo tipo, la coppia di stelle con la loro attrazione gravitazionale causano il troncamento del disco protoplanetario intorno alla stella principale, in modo da non lasciare spazio per la formazione di un pianeta. In merito si sono fatte alcune ipotesi:

Il professore Hatzes - ipotizza che il pianeta si è formato nella posizione attuale, il nucleo formato da materiali meno volatili si sarebbe solidificato con le alte temperature.

Il professore Konacki - pensa che i "Giovi-caldi" siano delle stelle fallite, ovvero stelle che per mancanza di massa, non sono mai riuscite ad innescare all'interno la fusione dell'idrogeno in elio.

I due ricercatori in un punto sono d'accordo: "si troveranno altri di questi sistemi inusuali", Il professore Hatzes asserisce: "la maggior parte delle stelle nella nostra Galassia appartengono a dei sistemi multipli, il nostro Sole fa parte di una minoranza.

 


home    galassie    sommario    <<<   >>>