CLASS B1359-154

 

credit Rusin et al., STScI. NRAO/AUI/NSF

 

credit Rusin et al., STScI, NRAO, AUI, NSF credit NRAO/AUI and Rusin et al., ESA, STScI credit Credit: Rusin et al., STScI, NRAO, AUI, NSF
HST
componenti A,B,C,D,E e F
sono le immagini della galassia lontana,
componenti G, G' e G"
sono le tre galassie che causano l'effetto lente.
zoom click immagine
Immagine composita:
Hubble (foto centrale),
più sei immagini
riprese con VLBA.
zoom click immagine
VLBA 1,7GHZ
gli oggetti più scuri
sono le immagini
della galassia più lontana
zoom click immagine
 

 coordinate AR 14h 01m 35.60s - declinazione +15° 13'  25.0" costellazione Bootes

 

Un team internazionale di astronomi usando il radiotelescopio VLBA e Hubble (HST) hanno scoperto un caso raro di lente,
una singola immagine di una galassia molto distante è stata divisa in sei differenti immagini.
Questo fenomeno è stato prodotto dall'effetto gravitazionale di tre galassie interposte lungo la linea di vista tra una galassia più distante e la Terra, quattro di queste immagini compaiono fuori dal triangolo costituito dalle tre galassie che fungono da lente e due appaiono all'interno del triangolo.

La lente sestupla denominata class B1359+154 è situata nella costellazione Bootes, le tre galassie che fungono da lente sono distanti circa 7 miliardi di anni luce, sono gli oggetti arancio G, G' e G", mentre gli oggetti A,B,C,D,E,F, sono la galassia sestuplicata, situata a più di 11 miliardi d'anni luce mostra i segni di un massiccio buco nero nel centro inoltre si sono trovate anche regioni nel quale si stanno formando nuove stelle.

Questo è il primo caso di lente gravitazionale con più di quattro immagini di un oggetto di fondo, prodotto da un piccolo gruppo di galassie anziché da un ammasso di galassie, tali sistemi sono estremamente rari, questa scoperta è un importante passo, darà informazioni che non si possono ottenere da altri tipi di sistemi di lente, poiché questo è un caso intermedio fra le lenti gravitazionali prodotte da una singola galassia e quelle prodotte da un grande ammasso di galassie.

Chris Kochanek del Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics (CfA), asserisce: "
questo sistema è un caso molto interessante da studiare, perché è più complicato che le lenti prodotte da una singola galassia, ma più semplice di lenti prodotte da ammassi di numerose galassie.

B1359+154 è stato scoperto nel 1999 nello studio del Cosmic Lens All-Sky Survey, un'internazionale collaborazione di astronomi che hanno usato i radiotelescopi per la ricerca nel cielo di lenti gravitazionali, l'immagini riprese dal NSF's Very Large Array in New Mexico e il radiotelescopio britannico MERLIN, mostravano immagini di sei oggetti sospetti di lenti gravitazionali, ma il risultato non portò a nessuna conclusione, Rusin e il suo team nel 1999 e 2000 usarono il radiotelescopio VLBA e HST per effettuare studi più dettagliati.

La combinazione dei dati del VLBA e HST hanno convinto gli astronomi che B 1359+154 realmente consiste di sei immagini di lente di una singola galassia. Le immagini riprese dal VLBA, sono state fatte dai dati raccolti durante osservazioni ad una frequenza di 1.7 GHz,

D. Rusin Department di Physics e Astronomy, University  Pennsylvania asserisce:
abbiamo bisogno dei radiotelescopi per individuare in primo luogo le lenti gravitazionali, poi abbiamo bisogno delle informazioni di Hubble che raccoglie la luce visibile, mostrandoci dettagli circa la struttura del sistema.

home    galassie    sommario   <<<