Una stella si è appena spenta, ciò che è rimasto è solo il nucleo del suo reattore nucleare.
La mancanza d' atmosfera, una particolarità mai osservata, ha permesso gli astronomi, con l'aiuto dell'osservatorio spaziale a raggi X Chandra e per gli ultravioletti FUSE - Far Ultraviolet Spectroscopic Explorer, di rilevarne lo spettro, per determinare la composizione chimica e la temperatura. Le analisi hanno rilevato una temperatura superficiale estremamente calda 200.000 gradi, più di 30 volte Sole, e mancanza d' idrogeno ed elio nella superficie, cosa inaspettata, in genere in tutti i casi questi elementi chimici (idrogeno ed elio) rimangono a proteggere il nucleo della nana bianca, invece ciò che è rimasto è il nucleo composto principalmente da carbonio ed ossigeno "le scorie della fusione nel reattore nucleare della stella". 

 

Il Dott Jeffrey Kruk (università di Johns Hopkins) asserisce: " è un'occasione meravigliosa questa scoperta, da tanto tempo è stato previsto che il nucleo di molte stelle arrivati alla fine della loro vita sarebbero state composte da carbonio ed ossigeno, ed ora questa occasione ci permette di studiare e migliorare la comprensione del ciclo vitale delle stelle."  

 

Gli spettri di Chandra mostrano la presenza di ossigeno, neon (un sottoprodotto della fusione dell'elio) e con gran sorpresa il magnesio. Secondo le previsioni teoriche alcune stelle abbastanza massicce, possono prolungare la loro vita, continuando a produrre energia fondendo il carbonio in magnesio, ma poiché il magnesio può anche essere prodotto dalla fusione dell'elio, la conferma definitiva sull'origine di questa unica stella sarà la rilevazione di sodio, un compito affidato allo spettrografo ultravioletto a bordo del telescopio Hubble.
Le stelle più piccole di 8 masse solari concludono la loro vita come nane bianche, l'energia che generano proviene dal processo di fusione dell'idrogeno in elio, successivamente la fusione dell'elio forma il carbonio ed ossigeno, ma se una stella è abbastanza massiccia, inizierà una serie di reazioni che trasformeranno il carbonio e ossigeno in neon, magnesio e sodio fino ad arrivare al ferro.



home   galassie   sommario    <<<   >>>