credit NRAO/AUI/NSF

microquasar (cerchio rosso) le stelle dell'ammasso (cerchi gialli). la freccia verde indica il movimento del microquasar nel cielo, la freccia gialla indica il movimento dell'ammasso stellare, la freccia rossa indica il movimento del microquasar in relazione  all'ammasso stellare (allontanamento).

 

Unendo i dati rilevati con il VLBA (Very Long Baseline Array) del National Science Foundation ed altri telescopi, gli astronomi hanno concluso che un sistema binario denominato microquasar LSI +61 303, a causa di una esplosione di una supernova avvenuta circa 1,7 milioni di anni fà, fu lanciato fuori dal luogo in cui era nato, un ammasso giovane di stelle IC 1805 (associato alla nebulosa IC 1805 Heart Nebula) nella costellazione di Cassiopea, oggi secondo i dati rilevati si trova a ben 130 anni luce dal luogo di nascita. Gli scienziati analizzando numerose osservazioni hanno concluso che si sta muovendo da IC 1805, alla velocità approssimativa di 28 km al secondo. Il microquasar LSI +61 303, è costituito da un buco nero o stella di neutroni (formata dall'esplosione di una supernova) periodo orbitale circa 26,5 giorni, la sua compagna, è una stella normale 14 volte più massiccia del Sole.

Felix Mirabel, dell'Istituto Argentino di Astronomia e Fisica dello Spazio asserisce."
In questo caso sia LSI +61 303 che IC 1805 sono a 7.500 anni luce dalla Terra, la caratteristica della stella "normale" del microquasar corrisponde con le altre stelle dell'ammasso IC 1805, quindi siamo convinti che questa coppia è stata espulsa dal luogo di nascita e cioè dall'ammasso".

Gli astronomi concludono che la potente esplosione "asimmetrica" prodotta dalla supernova originale diede una spinta a ciò che rimase della stella che trascinò la sua compagna fuori dall'ammasso. I dati analizzati indicano che LSI +61 303 contiene un buco nero o una stella di neutroni due volte la massa del Sole, originariamente era molto più massiccia della sua compagna, ma gli scienziati sono ancora incerti nel stabilire la massa.

Felix Mirabel asserisce:
speriamo che lo studio di questi sistemi e di altri simili che in futuro potremo incontrare, ci aiuti a capire sia l'evoluzione delle stelle prima dell'esplosione in supernove che la fisica della supernova esplosa."

immagini IC 1805 nebula e IC 1805 ammasso credit Virtual Sky's NPACI & SDSC


home   galassie  sommario   <<<   >>>