credit Subaru Telescope National Astronomical Observatory of Japan - 16 novembre 2004
La galassia a sinistra è Cosmos J100003+020146, la piccola galassia collegata tramite il filamento stellare debole è Cosmos J095959+020206, un altro sottile filamento si vede sul lato destro della piccola galassia.



Un team di ricercatori Yoshiaki Taniguchi (Tohoku University), Shunji Sasaki (Tohoku University), Nicolas Scoville (California Institute of Technology) e colleghi, usando il telescopio Subaru, hanno scoperto una grande galassia ellittica COSMOS J100003+020146 che sta divorando una piccola galassia COSMOS J095959+020206.
Mentre stavano osservando una zona del cielo in direzione della costellazione Sextans, per studiare le proprietà delle galassie su grandi scale temporali e spaziali, hanno individuato una striscia di stelle che si estende 500.000 anni luce dalla galassia nana verso la galassia più grande, il più debole è più lungo che si conosca.
Le correnti teorie sulla formazione delle galassie, prevedono che le grandi galassie simili alla Via Lattea si sviluppano inglobando le galassie nane più piccole, un esempio sono alcune stelle nella Via Lattea che una volta facevano parte della piccola e vicina galassia chiamata Nana del Sagittario, inoltre la nostra grande vicina la galassia di Andromeda, mostra la prova di un antico "pasto galattico". La distruzione di galassie nane è difficile da osservare, troppo deboli per essere identificate, le stelle strappate e disperse dall'azione gravitazionale dalla galassia più grande diminuisce la luminosità della galassia nana.
Precedentemente anche Hubble aveva individuato tramite la Advanced Camera for Surveys, la distruzione di una galassia nana, ma in questo caso la striscia è cinque volte più estesa e tre volte meno luminosa, grazie alla tecnologia del telescopio Subaru è stato possibile ottenere questa splendida e nitida immagine, essenziale per questa nuova scoperta. La coppia di galassie distano circa 1 miliardo di anni luce, la distanza che le separa è 330 mila anni luce.
 

 

home    galassie    sommario   <<<